Cosa fare in caso di incidente in barca

Cosa fare in caso di incidente in barca e perché è bene rivolgersi ad un avvocato

Se si rimane convolti in un incidente in barca, affidarsi ad un avvocato specializzato in incidenti nautici è sempre consigliabile, al fine di non incorrere in spiacevoli sorprese.

Concretamente cosa occorre fare in caso di incidente nautico? A chi è meglio rivolgersi? Quali sono i documenti e le procedure indispensabili per ottenere il risarcimento dei danni?

Chi rimane vittima di un incidente a bordo di un’imbarcazione ha diritto ad ottenere il risarcimento dei danni sia patrimoniali che non patrimoniali. La nostra esperienza nel settore è la chiave per ottenere ciò, sia nel caso si risolva tutto in forma bonaria, sia nel caso sia necessario intraprendere un’azione giudiziaria.

I natanti, così come le auto, hanno l’obbligo di assicurazione, a tal riguardo ai sensi dell’art. 123 del Codice delle assicurazioni private (D.lgs. 7 settembre 2005, n.209 e ss), “le unità da diporto, con esclusione delle unità non dotate di motore, non possono essere poste in navigazione in acque ad uso pubblico o su aree a queste equiparate se non siano coperte dall'assicurazione della responsabilità civile verso terzi”.

Cosa fare per ottenere un risarcimento dopo un incidente nautico?

Preliminarmente, in caso di incidente in barca, occorre contattare le autorità ed informarle dell’accaduto, consentendogli così di provvedere ai rilievi ed alle indagini del caso.

Inoltre, è bene annotarsi le seguenti informazioni:

  • Generalità dell’assicurato e del conducente del natante;
  • Nome, numero di matricola o targa dell’imbarcazione;
  • Nome della compagnia assicurativa e dati dell’agenzia presso cui è assicurato il natante;
  • Il numero di polizza che assicura l’imbarcazione;
  • La data e l’ora dell’incidente;
  • Luogo, latitudine e longitudine di accadimento del sinistro;
  • Generalità di eventuali testimoni (nominativi, indirizzi, telefoni).

 

E’ consigliabile inoltre scattare delle fotografie che potranno rappresentare un valido supporto alla procedura risarcitoria.

Ci occupiamo di risarcimenti per incidenti nautici da diversi anni e conosciamo le insidie del settore.

Una volta in possesso di tutti dati necessari e della documentazione comprovante i danni, allo Studio Legale Giambrone & Partners ci occuperemo di redigere la richiesta di risarcimento danni.

La richiesta dovrà contenere l'indicazione delle generalità dell’avente diritto al risarcimento e la descrizione delle circostanze nelle quali si è verificato il sinistro. Ai fini dell'accertamento e della valutazione dei danni da parte dell'impresa, la richiesta di risarcimento dovrà essere corredata dai documenti medici attestanti l’entità delle lesioni subite, unitamente all’attestazione medica comprovante l'avvenuta guarigione con o senza postumi permanenti, o, in caso di decesso, dallo stato di famiglia della vittima.

A questo punto sarà nostra cura prendere contatti con la compagnia assicurativa, la quale entro un determinato termine previsto per legge dovrà formulare al danneggiato congrua e motivata offerta per il risarcimento dei danni, ovvero comunicare eventualmente i motivi per i quali non ritiene di fare offerta.

Laddove la compagnia assicurativa non si renda disponibile a trovare un accordo, o nel caso in cui l’offerta risarcitoria non fosse soddisfacente, non rimarrà altra scelta che agire giudizialmente e il nostro Studio Legale sarà chiamato a difendere i tuoi diritti.