Danno da vacanza rovinata: motivi per rivolgersi ad un avvocato.

Danno da vacanza rovinata: perché rivolgersi ad un avvocato.

In cosa consiste:

Il cosiddetto danno da vacanza rovinata rappresenta un pregiudizio di natura sicuramente non patrimoniale, consistente in un disagio psicologico, nello stress e nel turbamento, di regola temporaneo, che subisce il turista per non aver potuto godere della vacanza quale occasione di piacere, svago e riposo in ragione dell'inadempimento delle prestazione promesse nel pacchetto turistico, sicché si realizza un'effettiva e concreta difformità dei servizi ricevuti rispetto a quelli pattuiti, con conseguente delusione per un viaggio/vacanza che ha tradito le attese del consumatore.

Quando si ha diritto al risarcimento del danno da vacanza rovinata?

In ordine alla sussistenza in capo al viaggiatore del diritto al risarcimento del danno da vacanza rovinata, occorre che la causa del danno sia caratterizzata o dall’inadempimento o dall’inesatta esecuzione delle prestazioni che formano oggetto del pacchetto turistico.

Pertanto, qualora, uno dei servizi che contrattualmente il tour operator si era impegnato a riconoscere nel pacchetto proposto manca in tutto o in parte, oppure uno o più dei servizi prestati venga eseguito con modalità diverse rispetto a quanto previsto nell’offerta o nel contratto, l’organizzatore è tenuto a risponderne.

A tal riguardo occorre osservare che l’inadempimento in questione non deve essere di scarsa importanza.

Conseguentemente, i disservizi, devono esser stati tali da rovinare la vacanza, trasformandola da un momento di svago, piacere e riposo in occasione di stress.

Danni risarcibili:

Il c.d. “danno da vacanza rovinata - inteso quale pregiudizio al benessere psichico e materiale sofferto dal turista per non aver potuto godere appieno della vacanza – è composto da due voci e cioè il pregiudizio economico per gli esborsi sostenuti, nonché il danno morale dovuto a delusione e stress subiti a causa dei disservizi.

Conseguentemente, è bene precisare che, Il pregiudizio economico corrisponde al prezzo pagato per il viaggio in caso di mancato godimento della vacanza, oppure in una parte del prezzo nel caso in cui il viaggiatore non abbia potuto godere pienamente della vacanza a causa di disservizi, tali da averla compromessa.

Come detto, il danno morale "da vacanza rovinata" consisterà invece nello stress e nel minor godimento della vacanza.

Pertanto, nel caso in cui il viaggiatore non possa godere, in tutto o in parte, della vacanza per inadempimento a lui non imputabile, avrà diritto, oltre al rimborso delle spese dal medesimo sostenute, anche al risarcimento del danno non patrimoniale consistente nel danno morale.

A chi rivolgersi:

Se si subisce un danno da vacanza rovinata, affidarsi ad un avvocato specializzato nelle procedure di risarcimento per tale tipologia di danni è sempre consigliabile, al fine di non incorrere in spiacevoli sorprese.

Se hai subito un danno da vacanza rovinata, i professionisti dello Studio Legale Giambrone & Partners possono tutelare i tuoi diritti e supportarti durante l’iter necessario ad ottenere il giusto risarcimento.