Tipi di truffe Forex

Quali sono i tipi di truffe Forex?

  • Signal Sellers: La truffa signal seller  viene perpetrata da un broker o da una compagnia che vende informazioni e indicazioni sui migliori investimenti, dichiarando che tali informazioni provengono dalle previsioni di esperti del settore. La vittima paga una tariffa settimanale o mensile senza tuttavia riceve informazioni utili per gli investimenti.
  • Programmi di investimento ad alto rendimento: questo tipo di investimento – che la maggior parte delle volte costituisce uno schema Ponzi - prevede spesso grandi guadagni a fronte di piccoli investimenti. Ciò comporta che i primi investitori ricevano degli effettivi guadagni sulla base di investimenti effettuati da altri investitori. Una volta terminato l’afflusso di nuovi investitori, i truffatori interrompono il servizio impossessandosi di tutti i capitali rimanenti.
  • Manipolazione dello spread domanda/offerta: Le truffe di questo tipo sono diminuite negli ultimi anni, ma purtroppo esistono ancora. Pertanto è importante rivolgersi sempre a un broker registrato presso un’agenzia regolatrice, come la CFTC o la NFA negli Stati Uniti.
  • Truffe tramite software: I cosiddetti “robot forex” attraggono investitori inesperti con la falsa promessa di grandi guadagni a fronte di scarse conoscenze o sforzi.  Questi si avvalgono di cifre spesso false o fuorvianti per convincere gli investitori ad acquistare i loro prodotti. Tuttavia, i robot non riescono sempre ad adattarsi a tutti i mercati e a tutte le situazioni, e ciò costituisce una potenziale situazione di rischio.
  • Account gestiti da terzi: In questo caso un altro trader si offrirà di gestire il vostro denaro. Di fronte alla richiesta di risarcimento, non ci saranno abbastanza fondi per restituire il capitale iniziale.
  • Schemi piramidali/Ponzi: Una delle truffe più diffuse. Vengono promessi grandi guadagni a fronte di piccoli investimenti. I primi investitori ricevono generalmente dei guadagni e, incoraggiati dal successo del loro investimento, incoraggiano altre persone, tra cui familiari e amici, ad investire. Purtroppo, l’opportunità di investimento non esiste e i guadagni iniziali sono finanziati dagli altri investitori. Quando il numero di nuovi investitori comincia a decrescere, i truffatori chiudono lo schema e prendono i soldi rimanenti.
  • Boiler Rooms: questo tipo di truffa prevede generalmente un truffatore che convince investitori ad acquistare azioni di una società privata fittizia, promettendo una crescita esponenziale del valore delle azioni una volta che questa è diventata pubblica. Tuttavia, la società non esiste e potrebbe anche avere un numero di telefono, un indirizzo e un sito internet fittizi. Quando il truffatore ritiene di avere ottenuto abbastanza denaro, sparisce con tutti gli investimenti.
  • “Pump and Dump”: in questo caso il truffatore possiede un gran numero di azioni di una società, che tenta di vendere come un affare imperdibile. Il numero di investitori sempre crescente fa innalzare il prezzo delle azioni. Quando queste hanno raggiunto un determinato picco, il truffatore vende tutto lasciando gli investitori con delle azioni senza valore.
  • “Double Dip” o truffa ripetuta: dopo che l’investitore è stato truffato, il truffatore vende informazioni su di lui ad altri truffatori. Questi, solitamente, contattano il malcapitato promettendogli, in cambio di una somma di denaro, di recuperare gli investimenti perduti.

Per ricevere ulteriori informazioni e assistenza, vi invitiamo a compilare il modulo di richiesta on-line che trovate nella sezione contatti o a scrivere un'email all'indirizzo: clientservices@giambronelaw.com o ai seguenti numeri telefonici: 

Milano: 02 9475 4184
Roma: 06 326498
Palermo: 091 743 4778
Sassari: 079 9220012