Lo Studio Legale Giambrone assiste oltre 30 investitori (retail e istituzionali), rimasti coinvolti in relazione a operazioni di finanziamento per l’acquisto delle azioni della banca popolare vicentina. Giambrone sta seguendo la vicenda principalemente con il suo team di Palermo.

 

I reati ipotizzati sono aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza.

 

Le indagini del nucleo investigativo della Procura della Repubblica sono focalizzate sul "fenomeno di finanziamento all'acquisto/sottoscrizione delle azioni, accertare i fini perseguiti mediante il suo nascondimento alla Banca d'Italia, verificarne l'effettiva incidenza rispetto all'esercizio delle funzioni di vigilanza della stessa Banca d'Italia e, infine, individuare i soggetti cui siano attribuibili condotte attive o, almeno, la consapevolezza (ove titolari di posizioni di garanzia) rispetto alle circostanze per cui si procede".

 

In base agli elementi raccolti, emergono fondati indizi circa la concessione da parte della Banca Popolare di Vicenza di finanziamenti a favore di terze persone finalizzati all'acquisto sul mercato secondario di azioni BpVi ed ala sottoscrizione del medesimo titolo in occasione degli aumenti di capitale 2013 e 2014 e ci sarebbero anche lettere, a favore di alcuni soci, con l'impegno da parte della Banca Popolare di Vicenza di riacquisto delle loro azioni per un importo di circa €300,000,000, nel quadro di un piu' ampio aumento di capitale per €974,000,000.

 

Giambrone e' uno studio legale internazionale con oltre 80 professionisti e varie sedi nel mondo.

 

Gli avvocati del dipartimento bancario e finanziario operano con successo nel settore del diritto finanziario e bancario, soprattutto nella fase del contenzioso.

 

Per maggiori informazioni: forex@giambronelaw.com

Invia una mail