I diritti del viaggiatore: come ottenere il rimborso velocemente e a basso costo?
I diritti del viaggiatore: come ottenere il rimborso velocemente e a basso costo?

Quanti di voi sono stati vittime di disservizi da parte delle maggiori compagnie aeree? Quanti di voi sono andati fino in fondo per ottenere un giusto risarcimento? Quanti di voi hanno dovuto subire attese interminabili causate da ritardi dei voli, delle volte anche con i propri figli, all’interno degli aeroporti di tutto il mondo? Quanti arrivati a destinazione hanno ritirato il proprio bagaglio gravemente danneggiato?

 

E’ diffusa l’idea che imbattersi nella richiesta di un risarcimento del danno di questo tipo possa gravare troppo pesantemente sulle tasche dei consumatori, degli altri hanno la convinzione che ciò che si riuscirebbe a recuperare non riuscirebbe a ristorare il consumatore dei danni subiti.

 

L’Enac, ente nazionale per l’aviazione civile, ha redatto appositamente la Carta dei Passeggero, che elenca tutti i diritti in capo al passeggero da far valere in caso di disservizi.

 

Attualmente la normativa di riferimento, cui fare riferimento in tali casi, consiste principalmente nel Reg.(CE) n. 261/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, dell’11 febbraio 2004, che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di cancellazione del volo o di ritardo prolungato e di negato imbarco e che abroga il Regolamento (CEE) n. 295/91; e il decreto legislativo n. 69/2006 recante “Disposizioni sanzionatorie per la violazione del Regolamento (CE) n. 261/2004 che istituisce regole comuni in materia di compensazione ed assistenza ai passeggeri in caso di negato imbarco, di cancellazione del volo o di ritardo prolungato”.

 

Nel panorama europeo sono previste diverse forme di tutela per i diffusi casi di imbarco negato per  overbooking, cancellazione del volo, o ritardo del volo pari o superiore a 180 min.

 

Tali tutele possono essere applicate ai voli di linea, charter, low cost in partenza da un aeroporto comunitario; voli di linea, charter, low cost in partenza da un aeroporto situato in un Paese non comunitario, che hanno come destinazione un aeroporto comunitario, solo qualora la compagnia aerea sia comunitaria e salvo cha non siano già stati erogati i benefici previsti dalla normativa locale.

 

Per i casi diversi sono previste tutele assicurate da convenzioni internazionali.

 

Quando posso usufruire di tali tutele e far valere i miei diritti?

 

I requisiti sono pochi e di facile acquisizione. Si tratta del possesso del biglietto aereo, di una prenotazione confermata da parte della compagnia aerea (che solitamente viene inviata al momento stesso del pagamento), essersi presentati all’accettazione nei tempi e nei modi indicati per iscritto dalla compagnia aerea.

 

Le forme di tutela differiscono a secondo che si tratti di imbarco negato, cancellazione del volo, o ritardo prolungato del volo.

 

Quest’ultimo caso è senza dubbio il più diffuso, e molto spesso quello che viene non tenuto in considerazione per una eventuale richiesta di risarcimento.

 

Invece anche per questo caso,i principali risultati che si possono ottenere attraverso un’azione, anche solo stragiudiziale,nella forma del reclamo, sono il rimborso del prezzo del biglietto,  una compensazione pecunaria, da 250€ a 600€, anche per biglietti aerei acquistati a un prezzo nettamente inferiore e per tratte aeree inferiori a 1500 Km.

 

Il reclamo può essere presentato non solo alla compagnia aerea con cui si è concluso il contratto di trasporto ( consistente nella compravendita del biglietto aereo), ma anche all’ENAC, e agli Organismi responsabili degli stati dell’Unione Europea.

 

Per ottenere maggiori informazioni, conoscere se per il tuo caso esistono presupposti per la presentazione di un reclamo, conoscere a quanto ammonterebbe un eventuale risarcimento, ottenere l’indennizzo per i  danni subiti al tuo bagaglio, metterti in contatto con le compagnie aeree che molto spesso offrono un servizio clienti esclusivamente in lingua inglese, non esitare a contattare lo Studio Legale Giambrone che mette a disposizione professionisti esperti di diritto dei trasporti con assodata esperienza nel panorama europeo ed internazionale che potranno assisterti in fase giudiziale ma anche solo stragiudiziale,o in alternativa anche solo offrirti una preconsulenza sulla questione.



Iscriviti alla newsletter